FANDOM


Curtis Ackers
Curtisackers
Curtis Ackers
Genere
Maschile
Età
41
Status
Deceduto
Causa di morte
Combattimento contro Alex Shepherd
Capelli
Castani
Occhi
Marroni
Occupazione
Riparatore
Membro dell'Ordine
Apparizioni
Silent Hill: Homecoming
Doppiatore
Al Bandiero
E' proprio un peccato vedere le persone maltrattare certi gioiellini.

- Curtis ad Alex

Curtis Ackers è un abitante di Shepherd's Glen, e insieme a Margaret Holloway è il principale antagonista di Silent Hill: Homecoming. Lavora nel deposito di rottami della città come riparatore. E' un uomo molto rude e pare conosca molto bene Adam Shepherd.

Personalità

Sembra essere una persona solitaria per scelta, dato che passa la maggior parte del suo tempo nel deposito di rottami quando il protagonista lo incontra. Se ne sta seduto dietro la sua scrivania col fucile accanto, mentre prova a riparare orologi e cerca di evitare di comunicare con le persone, a cui parla solo se interpellato. Ha una voce roca, probabilmente dovuta al fatto che fuma molto frequentemente.

Anche quando parla con Alex Shepherd per la prima volta, gli fa subito presente che vuole essere lasciato da solo e arriva persino a minacciarlo per evitare che continui ad infastidirlo.

Come reso evidente dalle sue azioni nel corso del gioco, Curtis sembra essere una sorta di maniaco; tuttavia, dato che non si conosce la motivazione dietro i suoi gesti, questo giudizio è basato esclusivamente su ciò che questo personaggio lascia trasparire durante l'avventura.

Curtis dice ad Alex che lui è un uomo che non si fa dare ordini da nessuno, e ciò fa nascere delle perplessità riguardo al suo coinvolgimento nella setta dell'Ordine. Tuttavia, egli afferma anche che gli piace "fare affari", e ciò potrebbe indicare che gli è stato offerto qualcosa per i suoi servigi. La lettera che Alex trova nell'attico di casa sua afferma che le persone a Shepherd's Glen sono state rapite dall'Ordine ed è stato fatto loro il lavaggio del cervello: probabilmente, anche Curtis è stato vittima di questo trattamento.

Silent Hill: Homecoming

Alex incontra Curtis per la prima volta mentre va in giro per Shepherd's Glen in cerca di indizi su dove si trovi suo fratello Joshua. Egli è solo nel suo deposito, e in cambio di un vecchio revolver che il protagonista ha ottenuto precedentemente da sua madre, Curtis gli fornisce delle informazioni e una nuova pistola. Nel corso della conversazione, l'uomo esprime tutta la sua frustrazione per il fatto che nessuno degli orologi in città funzioni e lui non riesce a capirne il motivo. Evidenzia inoltre che tutti gli orologi sono fermi alle ore 2:06.

Quando la madre di Alex viene rapita, c'è anche Curtis tra gli altri Soldati dell'Ordine, e ciò è reso evidente dal fatto che l'uomo porta sempre con sé la sua sega circolare.

Verso la fine del gioco, Alex incontra nuovamente l'uomo nell'ascensore che scende nel Covo dell'Ordine. Durante la scena, anche il protagonista indossa l'uniforme dei soldati; tuttavia Curtis si accorge ben presto della sua identità quando vede le piastrine che porta al collo. Curtis inizia a parlare con lui dicendogli che il suo lavoro gli piaceva molto, ma che ora ha trovato un'altra occupazione. Quando l'ascensore si ferma, Curtis invita Alex ad uscire prima di lui e successivamente lo stordisce con un'arma, colpendolo alla nuca.

Per ordine del giudice Holloway, Curtis si appresta ad uccidere Elle con la sua sega circolare, ma prima che possa portare a compimento l'opera, Alex entra nella stanza e inizia a combattere contro di lui, finendo per ucciderlo. Se Alex non si affretta a raggiungere l'amica, Curtis la ucciderà tagliandola a metà con la sua motosega.

Curiosità

  • Il doppiatore di Curtis è Al Bandiero, che ha prestato la sua voce anche al personaggio di Adam Shepherd.
  • Una delle foto scattate da Joshua ritrae Curtis. Su di essa il bambino scrive "Curtis. Non mi piace proprio". Se la si esamina attentamente, si può notare che l'uomo ha del sangue sulle mani: ciò potrebbe suggerire che facesse parte dell'Ordine anche prima degli eventi di gioco.
  • Esplorando il deposito di rottami, si può rinvenire un'uniforme di soldato dell'Ordine su un tavolo.
  • Se il giocatore sconfigge Curtis con il pugnale da cerimonia, Alex infliggerà il colpo di grazia tagliandogli la gola, proprio come fa con i Soldati dell'Ordine.
  • Dato che è un abile costruttore, è molto probabile che sia stato Curtis a costruire il macchinario su cui è morta Lillian Shepherd.
  • Fuori al deposito di rottami di Curtis c'è un cartello che riporta la scritta: "Vietato Entrare. Ai trasgressori sarà sparato. Ai sopravvissuti sarà sparato di nuovo".
  • Probabilmente, Curtis è un accumulatore compulsivo.
  • Se il giocatore tornerà al deposito di rottami prima di dirigersi nuovamente verso Casa Shepherd, dopo aver ricevuto il pugnale da cerimonia, troverà nel cortile delle munizioni e una bevanda energetica. Se il giocatore proverà ad entrare all'interno della struttura, Alex dirà che è chiusa e che probabilmente Curtis si trova fuori città.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.